Durante l'anno della crisi nel 2009 le vendite nel settore della telefonia hanno avuto un calo dell'1,6%, ma il principale cambiamento avvenuto in questi anni è stato il passaggio degli utenti dalla telefonia fissa verso la telefonia mobile e i servizi dati in particolare su mobile.

In Italia infatti ben il 26% delle famiglie ha deciso di non servirsi più della rete fissa preferendo di gran lunga l'utilizzo costante dei soli telefoni cellulari, anche per risparmiare sul canone della telefonia fissa.

La vendita dei servizi voce di rete fissa ha per questo subito un forte calo da alcuni anni e per quest'anno non sono previsti cambiamenti bensì altri cali che si aggirano intorno al 4,6%.

Il mercato della telefonia mobile, con la sua crescita dell'1,4%, compensa parzialmente il calo delle vendite dei servizi di telefonia fissa, anche se la crescita più stimata è prevista per i servizi dati, su rete fissa e mobile. Le stime riguardanti le vendite dei servizi di connessione Internet e servizi dati su rete fissa nel 2010 cresceranno del 7%, mentre i servizi dati sulla telefonia mobile vedranno una crescita del 16%.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.