Uno studio condotto dall'Università di Vienna ha fatto emergere come l'uso costante del cellulare per più di 4 anni, raddoppi la probabilità di acufene ossia il tipico ronzio all'orecchio.

La ricerca condotta dall'Institute of Environmental Health, si è svolta su circa cento utenti aventi questo disturbo ed altrettanti 100 sani, e sulle abitudini di utilizzo del cellulare per entrambi i gruppi. Dai risultati si è visto che il ronzio all'orecchio è più frequente del 70% nei soggetti che passano al cellulare più di 10 minuti al giorno, il rischio aumenta del 60% se si passano al cellulare più di 160 ore in totale.
Circa il 10% della popolazione soffre di varie forme di acufene, ma pare che il disturbo sia aumentato negli ultimi anni. Non sono ancora note le cause del ronzio, ma i ricercatori austriaci ipotizzano due questioni: la prima relativa alla postura assunta quando si è al telefono, che spingerebbe il flusso di sangue solo in una parte della testa e la seconda associata alle onde radio che creerebbero disturbo all'organo dell'orecchio che trasforma i suoni in impulsi elettrici per il cervello. Nell'attesa di saperne di più ovviamente si raccomanda l'utilizzo più razionale del proprio cellulare.
La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.