In principio erano il motore di ricerca più cliccato al mondo, Google, e l'azienda informatica più originale e innovativa esistente, Apple. Poi decisero di allargare il loro raggio d'azione invadendo l'una il campo dell'altro.

Le ultime notizie li davano infatti come concorrenti nell'innovativo settore della pay tv, l'uno con un servizio di tv a pagamento legato al suo canale di video sharing, YouTube, e l'altra impegnata nella diffusione dell'inconfondibile "i" con la Apple Tv.
Ora i loro destini sembrano scontrarsi per l'ennesima volta, almeno da quando il sistema operativo per telefonini di Google, Android, ha dichiarato guerra all'iPhone targato con il sistema Os.

Android ha infatti raddoppiato le vendite sul mercato, raggiunto il quarto posto tra i software di sistema più venduti dei cellulari e superato il rivale della Apple.
Il sistema operativo di Google ha il vantaggio di poter "girare" su telefonini di più marche, mentre iPhone Os ha un cellulare dedicato capace di esaltare tutte le potenzialità del software ma utilizzabile solo su quel supporto.

Proviamo a mettere a confronto i due software, Os e Android, e i due modelli di telefonino che, attualmente, vi fanno riferimento, iPhone 4 e Stream (la versione Android del telefonino di Acer) partendo dalle note dolenti, i difetti (o presunti tali).


Da un lato abbiamo l'ormai noto difetto di ricezione dell'iPhone per i mancini, dovuto alla presenza dell'antenna sul lato sinistro dell'apparecchio, che però fa perdere al massimo un paio di tacche di ricezione, quasi mai la linea. Dall'altro, nel sistema Android sembrano manifestarsi talvolta piccoli bug che possono provocare la caduta della conversazione, ma si tratta di problemi che nella nuova versione del software, la 2.2 disponibile a breve gratuitamente su Internet, dovrebbero essere superati.

E i punti di forza? L'iPhone ha creato un vero e proprio mondo di applicazioni che, per il momento, Android non ha, ma il mercato è in crescita e fa ben sperare.
Il display dell'iPhone 4 è il migliore in assoluto sul mercato grazie alla tecnologia capace di una risoluzione superiore a quella percepita dall'occhio umano, che gli è valso il nome di "retina display", oltre a possedere ottimi comandi touch e video-fotocamera integrate. Il fatto che il software Os possa girare solo su iPhone si può considerare, a seconda delle preferenze, un pregio e contemporaneamente un difetto del prodotto.
Per chi infatti ama la flessibilità e la libertà di utilizzo in termini di scelta del modello di cellulare, il sistema Android è molto personalizzabile: si possono modificare desktop e opzioni a piacimento, il Gps permette di utilizzare le mappe di Google gratuitamente per la navigazione, precise e ricche di informazioni utili, oltre al vantaggio legato alla leggerezza di Stream e alle dimensioni dello schermo superiori alla media dei cellulari.

Chi la spunterà? Le previsioni danno Android come dominatore della scena degli smartphone entro il 2015. Alla Apple basteranno cinque anni per organizzare il contrattacco?

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.