Bollette del cellulare astronomiche? Niente paura, il risparmio è vicino: l'Autorità Garante per le Comunicazioni (AGCOM) ha infatti stabilito le nuove tariffe massime per i telefonini, che entreranno in vigore il primo gennaio 2012, per i quattro operatori di rete mobile Tim, Vodafone, Wind e H3G.

L'Authority ha previsto un progressivo abbassamento dei prezzi, che nel 2012 avranno un tetto massimo di 4,1 centesimi al minuto, per poi calare ulteriormente nel 2012 a 2,6 centesimi al minuto, nel 2014 a 1,6 centesimi e, per finire, nel 2015 arrivare a 0,98 centesimi al minuto. E' prevista un'eccezione soltanto per HG3, considerata l'asimmetria nella sua dotazione di frequenze: questa compagnia potrà quindi applicare, negli stessi anni, tariffe pari rispettivamente a 5,1 cent, 3,4 cent, 1,6 cent e 0,98 cent al minuto.

Il provvedimente dell'AGCOM ha suscitato le proteste dei quattro operatori coinvolti, che sostengono che le tariffe fissate siano troppo basse, a fronte degli importanti investimenti che queste dovranno sostenere per l'asta di assegnazione delle frequenze lasciate libere dalle tv analogiche passate al digitale terrestre. Al contrario, gli operatori di telefonia fissa sostengono che i prezzi stabiliti dall'Autorità siano ancora troppo elevati se paragonati alla media europea, che già nel 2011 si attesta a 3 centesimi al minuto.

Per i consumatori, si tratta senza dubbio di una buona notizia. In attesa dell'entrata in vigore del tetto massimo sulle tariffe, per ottenere un risparmio sulla bolletta è possibile scegliere le offerte più vantaggiose attraverso Supermoney, il portale accreditato da AGCOM per il confronto delle tariffe dei cellulari.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.