Ormai i cellulari con funzioni base - invio e ricezione di chiamate e sms - fanno parte del passato: al loro posto sono subentrati gli smartphone che, tra poco, dovrebbero sostituire anche le console dei videogames. Non è fantascienza, ma si tratta di un progetto basato sulle future scoperte delle case produttrici di processori, prima fra tutte Qualcomm. La società californiana, a breve, lancerà la prossima generazione di chip, la S4, che avrà una capacità di calcolo importante, superiore a piattaforme da gioco dedicate come, ad esempio, la PlayStation 3.

Il super cellulare sarà dotato di CPU dual core Krait (28nm), che consentirà di superare le già ottime prestazioni dei chip S3, molto validi nel mobile gaming. Con performances sempre maggiori e dimensioni sempre più piccole, gli smartphone, che hanno ormai surclassato i cellurari "vecchia maniera", potrebbero davvero rappresentare la nuova area di riferimento dei giochi, e non solo in mobilità.

Il cellulare potrà essere utilizzato per giocare in qualsiasi momento ma, grazie a connettività di ultima generazione (HDMI, DLNA), ci si potrà godere l'esperienza di gioco in schermi ad alta definizione. Le console da gioco, sia mobili che fisse, potrebbero essere una delle tante caratteristiche degli smartphone di prossima uscita, senza perdere di potenza, qualità o usabilità ma, anzi, portando il settore cellulare a livelli notevolmente più alti rispetto agli attuali standard.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.