I cellulari hanno riscosso fin da subito un grande successo tra gli italiani, che li hanno fatti diventare sempre più parte della loro vita quotidiana e ora che con gli smartphone i cellulari intelligenti possono connettersi anche su internet quando vogliono sono diventati dei veri e propri "cellulare dipendenti".

Da quanto emerge dai dati dell'Osservatorio trimestrale di Agcom sulle Telecomunicazioni (aggiornati al 30 settembre 2011), gli italiani utilizzano sempre più i cellulari per collegarsi a internet: guardare la propria email mentre si è in giro, consultare un sito o semplicemente rimanere in comunicazione con gli amici tramite social network è diventata oramai un'abitudine diffusa, che nel 2011 ha interessato 18,1 milioni di italiani. Il numero delle sim di cellulari che hanno effettuato traffico broadband dati nei primi 9 mesi dell'anno è infatti in crescita di quasi il 10% rispetto al 2010, mentre le "connect card" dedicate hanno superato i 6 milioni, con un aumento del 16,3% rispetto all'anno precedente. Mentre Internet mobile cresce, la banda larga è in calo, anche se lievemente (-0,18 milioni), rispetto ai 13,3milioni di accessi registrati a fine giugno 2011.

Gli italiani che utilizzano cellulari preferiscono le sim prepagate (83,2%), anche se queste sono in lieve calo rispetto al 2010, e amano molto comunicare velocemente tramite sms: fino a settembre del 2011 infatti ne sono stati inviati circa 66 miliardi, con una crescita tendenziale del 3,7%. A dimostrazione del fatto che l'uso dei cellulari è sempre in crescita, i dati dell'Osservatorio registrano che le linee attive per la telefonia cellulare sono aumentate (1,7 milioni) in particolar modo grazie alle sim utilizzate per il traffico dati. Il traffico telefonico da cellulari mostra una crescita di quasi il 10% rispetto ai primi nove mesi del 2010 e il 45% di questa crescita appare legata al peso della clientela affari, che è passato dall'11,9 al 12,5% del totale delle sim sul mercato.

Per quanto riguarda il mercato degli operatori mobili che offrono i loro servizi anche per cellulari: il numero delle sim in circolazione ha superato i 4 milioni (+0,7 milioni da settembre 2010 a settembre 2011), arrivando a rappresentare il 4,4% del mercato. Registra un buon successo Poste Italiane che ha una avuto una crescita che supera il 50% (+4,7 %) grazie anche all'integrazione della telefonia mobile con i servizi postali. Segue Fastweb con una crescita di oltre 100.000 abbonati (quasi il 14% del mercato), che rafforza la sua posizione e distanzia Coop Italia.

Per chi volesse essere aggiornato sulle tariffe cellulari, si consiglia di consultare il sito di SuperMoney, che mette a confronto le offerte di molti operatori sul mercato e permette a ciascuno di trovare quella più adatta alle proprie esigenze.