Le chiamate con cellulari da un Paese all'altro sono sempre molto costose, qualunque sia il proprio operatore o la propria tariffa telefonica, perché i costi di roaming internazionale sono ancora molto elevati. Per cercare di abbassare i costi delle chiamate dall'estero attraverso cellulari e non costringere i sempre più numerosi clienti che devono viaggiare in Paesi stranieri a pagare per i servizi di telefonia molto più che nel proprio Paese, anche l'Ue sembra stia lavorando per far abbassare le tariffe di roaming internazionale.

Il Parlamento europeo pare infatti che voglia far abbassare rapidamente le tariffe di roaming per favorire l'utilizzo dei cellulari tra i cittadini europei e per spronare la concorrenza nel mercato tra gli operatori dei servizi di telefonia mobile. La riduzione delle tariffe di roaming approvata dalla Commissione nell'agosto 2010 per arrivare a quota zero entro il 2015, fino a questo momento sembra essere stata accantonata. Per questo l'eurodeputato Robert Goebbels ha chiesto che ci si affretti a parlare della possibilità concreta del cosiddetto "roaming a costo zero" per i cellulari: il quasi totale azzeramento dei costi extra sulle chiamate con cellulari in roaming internazionale, infatti, renderebbe molto più accessibili tutti i servizi di telefonia mobile tra Paesi diversi.

Come ha giustamente detto Monika Stajnarova, della Beuc, l'organizzazione dei consumatori europei: ''i prezzi per il roaming sono la prova evidente che il mercato unico non è sufficientemente integrato. I consumatori europei sono ancora riluttanti a utilizzare i loro dispositivi mobili quando vanno all'estero, per questo discutere seriamente dell'Eurotariffa appare necessario per applicare una linea comunitaria anche nel campo delle comunicazioni attraverso telefonia cellulare.

L'europarlamentare tedesca Angelika Niebler (Ppe) ha anche appoggiato un emendamento che imporrebbe agli operatori di comunicare ai clienti quando si avvicinano a 50 euro di spesa in roaming, che è stato proposto dalla relatrice in Commissione mercato interno e protezione dei consumatore, la finlandese Eija-Riitta Korhola (Ppe). La proposta sarà votata in commissione il 28 febbraio e in sessione plenaria ad aprile.

In attesa di questi provvedimenti da parte della Commissione europea, tutti i consumatori che volessero confrontare le migliori tariffe per cellulari sul mercato possono far riferimento al servizio di SuperMoney che permette di comparare le tariffe di tutti gli operatori, permettendo di trovare quella più conveniente e adatta a sé.