Il 2011 è stato sicuramente l'anno del boom dei cellulari smartphone. In questo mercato a farla da padrone è stato principalmente il sistema operativo di Android con Google (52,5% del mercato), mentre la Microsoft si è posizionata solo al sesto posto, con una quota di mercato dell'1,5% e circa 1,7 milioni di cellulari venduti.

Dopo un 2011 che non ha dato grandi risultati la Microsoft, però, si sta preparando alla controffensiva nei confronti dei suoi rivali. Secondo gli analisti del mercato dei cellulari la situazione è destinata a cambiare notevolmente nei prossimi due anni. La Microsoft infatti sta puntando sulla diffusione del sistema operativo Windows Phone 7.5 in particolare su due fronti: il Nokia Lumia 710 e il Samsung Omnia W. Senza contare che anche le case produttrici di cellulari Lg e Htc hanno deciso di scommettere sul software di Microsoft.

Con il sistema operativo Windows Phone 7.5, la Microsoft mira quindi a conquistare una buona fetta di mercato, puntando non solo alla qualità dei servizi, ma anche al low cost. Il sistema operativo, caratterizzato dai quadrati spartani dei suoi "live titles", appare molto intuitivo e semplice da utilizzare. La sua sempre maggiore integrazione con Windows per pc e con il mondo dei giochi xBox 360 sono altri due ottimi motivi per spingere molti all'acquisto di un cellulare smartphone con sistema Microsoft. Infine, fattore non trascurabile, i modelli smartphone sui cui punta il colosso americano hanno dei prezzi molto competitivi sul mercato: per il Nokia Lumia 710 e il Samsung Omnia W si parla di 299 euro, circa la metà del concorrente iPhone.

Nokia, che ha abbandonato il suo storico software Symbian, si presenta con il Nokia Lumia 710, uno smartphone con una buona autonomia soprattutto in stand-by, una perfetta integrazione con Explorer 9, la possibilità di scaricare mappe gratuitamente per navigare Gps, un sistema di archiviazione che consente il salvataggio di 25 giga gratuiti sulla nuvola e una buona fotocamera da 5 magapixel. Il difetto è la sua memoria fissa: solo 8 giga.

Samsung, che ha detenuto il primato delle vendite di smartphone lo scorso anno, propone il modello Omnia W, che come il concorrente Nokia, offre la possibilità di salvare ben 25 gigabyte di documenti e la possibilità di modificare documenti Word, Excel, PowerPoint. Punto di forza è il suo grande display da 3,7 pollici con cui si può lavorare senza problemi con il touch. Punto debole: la radio non ha un'ottima sintonizzazione.

La partita si gioca anche nel campo delle tariffe per cellulari. Molte compagnie, infatti, per promuovere la vendita di questi cellulari evoluti, stanno creando delle tariffe ad hoc pensate su misura per i servizi offerti dagli smartphone. Ai consumatori non resta che scegliere tra l'offerta migliore legata al cellulare che si desidera.