Da quando la Apple del compianto Steve Jobs ha lanciato il primo iPhone con sistema iOS ne è passato di tempo e la "guerra" dei sistemi operativi per smartphone sembra tutt'altro che finita. A gennaio di quest'anno, secondo una recente ricerca condotta dalla Kantar Worldpanel Comtech, un'azienda internazionale che si occupa di ricerche di mercato, il sistema operativo Android ha sbaragliato tutta la concorrenza, dominando il settore.

In principio Android fu sviluppato da Startup Android Inc., società che nel 2005 fu acquistata da Google. In circa sette anni il gioiellino dell'operatività per mobile phone è arrivato a sfiorare il 50% dell'intero mercato, superando così iOS di Apple, che si ferma a quota22,4%. Una sfida tra due colossi, quindi, che viene seguita a notevole distanza da Blackberry e Symbian. Giace, invece, in fondo al baratro Windows Phone, anche se grazie al cellulare Lumia della finlandese Nokia, riesce a recuperare qualche punto percentuale.

Nell'ultimo anno, quindi, gli equilibri all'interno di questa specifica fetta di mercato sono cambiati drasticamente: si pensi soltanto che a gennaio 2011 era Symbian a detenere la barra di comando, con il 46,8% del mercato seguito da Apple iOS al 19,5% e da Android al 18,7%. Intanto, anche il colosso giapponese Sony, secondo indiscrezioni, sembra essersi messo al lavoro per la creazione di un nuovo sistema operativo dedicato agli smartphone.

Alla luce di questi dati non è difficile dedurre e confermare che i modelli di cellulare che hanno letteralmente spopolato nel 2011 sono stati Samsung Galaxy S e gli iPhone. Android, però, rispetto ad Apple, sembra aver usufruito del vantaggio di essere stato abbinato a prodotti relativamente economici. Si pensi, ad esempio, agli accordi presi da Android e Vodafone per la commercializzazione di smartphone a basso costo.