"Designed for human": così recita il claim che accompagna il nuovo nato in casa Samsung. Un cellulare che punta sulla centralità dell'utente, garantendogli la possibilità di utilizzare e condividere applicazioni, servizi e contenuti. Dal nuovo telefonino si potranno trasferire via wireless immagini e video sul televisore di casa e condividere filmati e file musicali semplicemente toccando un altro apparecchio Galaxy, ma anche archiviare fino a 50 Gbyte di contenuti personali nella cloud e sincronizzarli automaticamente su altri dispositivi.

Non solo, il nuovo Galaxy vede e risconosce l'utente mediante un'applicazione di riconoscimento vocale, S Voice. Basterà, dunque, un comando vocale per attivare automaticamente la fotocamera digitale, riprodurre brani musicali o inviare messaggi di testo ed e-mail. Il nuovo device Samsung sarà anche in grado di riconoscere i gesti. Per cui avvicinando lo smartphone all'orecchio, un'apposita funzione comporrà direttamente il numero del contatto a cui si stava inviando un sms. Allo stesso modo la fotocamera frontale è in grado di percepire la presenza dell'utente, rendendogli più agevole la visione del display che manterrà in modalità luminosa.

Completano il profilo del nuovo Samsung lo schermo da 4,8 pollici Super Amoled in alta definizione, la camera digitale da 8,0 megapixel e il modulo Nfc (Near Field Communications) che consente di effettuare pagamenti elettronici contactless ("senza contatto") . Ma la grande novità è il processore quad core con velocità di clock di 14 Ghrz e una potenza due volte superiore ai precedenti processori. La sfida del Galaxy S3 che debutterà ufficialmente sul mercato europeo il prossimo 29 maggio è di superare il nuovo iPhone 5 che arriverà in autunno. Del resto puntando alla centralità dell'utente, la casa sudcoreana tenta di imitare l'americana Apple che ha costruito una parte del successo dell'iPhone proprio sul numero e la qualità delle applicazioni rese disponibili all'utente.