Sarà la paura o semplicemente il desiderio di non essere reperibili per qualche ora, ma l'86% delle persone preferirebbe che non fosse consentito l'uso dei cellulari in aereo. A rivelarlo un sondaggio condotto da Skyscanner, il portale di comparazione dei voli aerei, che ha intervistato un campione di viaggiatori circa la possibilità, ormai sempre più diffusa, di utilizzare il proprio smartphone anche ad alta quota.

Alcune compagnie lo consentono già da tempo, come Ryanair, Air France, Emirates, TAP, Qantas, e altre hanno iniziato a proporlo, come Virgin Atlantic. Addirittura Air France e KLM, in collaborazione con Panasonic Avionics, stanno lanciando un progetto per offrire ai propri passeggeri la possibilità di connettersi a Internet e persino di guardare una diretta televisiva a bordo degli aerei. Tuttavia c'è ancora chi, come Aer Lingus, Alitalia o Wizz Air, si oppone all'uso dello smartphone in aereo.

Un'offerta che suscita tra i viaggiatori opinioni diverse. L'86% delle persone intervistate da Skyscanner preferirebbe non essere disturbato dalle conversazioni altrui. Tra questi alcuni vorrebbero che non fosse consentito l'uso del cellulare in aereo per potersi isolare per qualche ora dal resto del mondo. Altri, invece, considerano un vantaggio la possibilità di chiamare o connettersi a internet anche durante un viaggio aereo, ma tra questi solo l'1% sarebbe disposto a pagare di più per usufruire di questo servizio di telefonia mobile. In particolare, se l'uso del cellulare fosse consentito in volo, il 48% degli intervistati invierebbe sms, il 35% navigherebbe sul web, il 10% manderebbe email, mentre soltanto il 6% userebbe il telefono per parlare.