Nuovo colpo dell'Antitrust ai danni di Apple, accusata di non aver ottemperato alle precedenti indicazioni del Garante riguardo alla garanzia biennale sui prodotti. L'azienda di Cupertino rischia adesso una sanzione di 300 mila euro e lo stop alle vendite di smartphone, tablet e pc in Italia per un mese.

Apple era già stata raggiunta da un provvedimento dell'Authority alla fine del 2011, con una multa di 900 mila euro. Il problema era sempre lo stesso: la garanzia legale biennale a carico del venditore non è pienamente applicata, come invece vorrebbero il Codice del Consumo e la direttiva UE. Le tre società del gruppo, Apple Sales International, Apple Italia e Apple Retail Italia, sono imputate anche di poca chiarezza riguardo alla copertura dei servizi di assistenza aggiuntiva a pagamento.

La multa dello scorso dicembre è stata confermata a maggio dal Tar del Lazio. Continuando il suo monitoraggio, l'Antitrust ha poi scoperto che Apple non si è ancora sufficientemente adeguata. Nei punti vendita, infatti, l'unica garanzia riconosciuta continua ad essere quella convenzionale del produttore (1 anno), così da indurre gli acquirenti a sottoscrivere AppleCare, una copertura extra a pagamento che però si sovrappone in parte a quanto già previsto dal Codice del Consumo.