Il calo delle vendite di cellulari nel primo trimestre 2012 aveva fatto tremare anche uno dei pochi settori che stanno resistendo alla crisi economica. Gli smartphone, Samsung e Apple su tutti, hanno invece salvato il mercato mondiale negli ultimi tre mesi, risollevandolo a quota +1%.

Secondo IDC, società di ricerca e analisi nel settore delle telecomunicazioni, tra aprile e giugno sono stati venduti 406 milioni di telefonini, 4 milioni in più rispetto all'anno precedente. In netta crescita gli smartphone, con 154 milioni di esemplari venduti contro i 108 milioni del 2011 (+42%).

Samsung e Apple condividono appunto i maggiori successi, sia nel segmento di mercato degli smartphone - con Samsung Galaxy S III e iPhone 4S in cima alla classifica - che in quello dei cosiddetti "feature phones", ovvero i cellulari low cost dotati comunque di funzioni extra, come la navigazione web.

Nokia ha i conti in rosso, pur confermandosi al secondo posto fra i produttori, anche a causa del declino del sistema operativo Symbian. Nella top five dei costruttori seguono le cinesi HTC e ZTE, mentre scompare LG.

Nel complesso il settore regge, ma non si azzardano previsioni sulla ulteriore capacità di resistenza. Le osservazioni degli analisti rilevano una forte crescita nei mercati emergenti, forse però non sarà sufficiente a compensare il rallentamento dei mercati occidentali.