Lo sciopero arriva poche settimane dopo che la Foxconn è stata costretta a chiudere uno stabilimento a Taiwan, quando una rissa durante uno sciopero coinvolse circa 2000 lavoratori e alcuni furono ricoverati in ospedale.

China Labor Watch, un gruppo che si occupa di diritti sul lavoro e monitora le condizioni della fabbrica in Cina, sostiene che lo sciopero di venerdi e` stato indetto in seguito ai nuovi stringenti controlli sulla qualita` promossi da Foxconn e Apple, e a seguito della cancellazione delle festivita` in una settimana di ferie generali per il paese.

"Foxconn ha alzato eccessivamente le proprie esigenze i materia di qualita` dei prodotti, senza prevedere una formazione adeguata per i lavoratori. Cio` ha porto alla produzione di esemplari non conformi agli standard di qualita` e ha riversato una pressione immensa sui lavoratori" dichiara China Labor Watch.

"Inoltre gli operai non ritenuti idonei dagli ispettori addetti al controllo della conformita` agli standard dei prodotti sono entrati in conflitto con gli stessi, ed e` scatta una vera e propria rissa dove si sono registrati feriti, contusi e danni alle linee di produzione. I gestori della fabbrica hanno fatto orecchie da mercante riguardo alle lamentele su questi conflitti, e non hanno adottato le necessarie misure correttive".

La maggior parte dei lavoratori che hanno aderito allo sciopero fanno parte della " linea di controllo sulla qualita` in loco". Cio` ha significato la paralisi dell'intero reparto produttivo per l'intera giornata.

L'organizzazione che tutela gli operai argomenta che Apple e` stata coinvolta nella controversia, innalzando le richieste di produzione nonostante i problemi di progettazione.

Secondo i dipendenti Foxconn e` improbabile riuscire a soddisfare la nuova competenza richiesta senza un'adeguato addestramento, si parla di indentazioni da 0,02 millimetri e di richieste su graffi su cornici e coperture posteriori, e anche i ritmi di produzione sono ritenuti inumani.

Il direttore esecutivo CLW Li Qiang ha dichiarato: "questo e` il risultato conseguente alla continua sottoposizione dei lavoratori a condizioni di lavoro inadeguate, non e` la prima volta che accade un episodio del genere, loro sono sempre piu` diposti e convinti a lottare per i propri diritti e a resistere alle ingiustizie subite".