I veli sul Nokia Lumia 920 e Nokia Lumia 820 sono stati già tolti ad inizio settembre, nel corso della presentazione in grande stile in quel di New York. Nokia ora fa un altro passetto in avanti verso la commercializzazione dei suoi due nuovi smartphone di fascia alta e rendere nota la disponibilità e i prezzi per alcuni mercati europei.

La società finlandese, infatti, ha reso prenotabile per il mercato russo sia il Nokia Lumia 920 che il Nokia Lumia 820. Anche se i prezzi fanno storcere un po' il naso. I russi potranno portare a casa il Lumia 920 a 24.990 rubli (circa 800 dollari), mentre il Lumia 820 costerà 19.990 rubli (circa 640 dollari). Prezzi tutt'altro che popolari, insomma, anche se le specifiche tecniche dei due smartphone potrebbero in parte giustificarli.

Il mercato russo, comunque, non resterà a lungo orfano. Dalle sedi italiane e tedesche di Nokia, infatti, sono trapelati i prezzi anche per questi due mercati e, bene o male, i prezzi si attestano sugli stessi livelli di quelli previsti per la Russia. I prezzi per il mercato italiano arrivano via mail al sito statunitense The next Web direttamente dalla sede italiana di Nokia. Il Lumia 920 si troverà sugli scaffali ad un prezzo di 599 euro (772 dollari) mentre il Lumia 820 a 449 euro (643 dollari). Prezzi leggermente superiori nel mercato tedesco: Lumia 920 a 649 euro e Lumia 820 a 499 euro. A differenza del mercato russo, però, su quello tedesco e italiano non è ancora possibile prenotare i due smartphone. Nokia fa sapere, comunque, che saranno disponibili a partire da metà novembre.

Per gli altri mercati europei, invece, ci sarà ancora da attendere. Nokia, infatti, sta tentando di trovare degli accordi con gli operatori telefonici dei vari Paesi e le trattative, evidentemente, vanno per le lunghe. Per la Gran Bretagna, però, il lancio dovrebbe essere ormai alle porte. "Il mercato britannico è un mercato chiave per noi - si legge in un comunicato Nokia -. Dopo aver annunciato i prezzi del Lumia 920 e Lumia 820 per alcuni mercati europei, ci prepariamo ad annunciarli a breve anche per gli altri Paesi".