All'orizzonte sinergie possibili e durature, alle spalle un passato che troppo spesso l'ha vista "inoperosa" ed inattiva, nel mezzo un presente fatto di grandi conquiste: potremmo così riassumere l'incredibile parabola di Microsoft, la quale stando alle ultime indiscrezioni starebbe lavorando ad uno cellulare proprietario che sia figlio della pura "esperienza Windows".

Il lancio del tablet Surface aveva fatto credere ai più che l'azienda di Redmond avesse nel mirino la Apple e volesse tentare di insidiarne il primato, l'imminente progettazione di uno smartphone proprietario fa invece ritenere che il colosso di Ballmer abbia nel mirino Google e i suoi Nexus; si è in definitiva dinnanzi ad una strategia aziendale totale e dinamica, mediante la quale Redmond sta tentando di sbarcare in mercati sin qui dominati dalla concorrenza.

Quali possano essere le caratteristiche del nuovo smartphone griffato Microsoft rappresenta ancora un mistero, di certo il Windows Phone 8 appare già ad oggi un Os pronto a supportare applicazioni di ogni tipo; se Ballmer vorrà davvero insidiare Montain View, Cupertino e Seul (anche Samsung è ovviamente toccata dalla nuova strategia Microsoft) dovrà tuttavia dare vita ad un prodotto già "adulto" e non potrà permettersi di immettere sul mercato un device immaturo o bisognoso di un certo periodo di incubazione per poter mostrare tutte le proprie potenzialità e competere con i fuoriclasse del settore.

A confermare le indiscrezioni che vorrebbero Redmond sulla via del nuovo device anticipazioni lanciate dal Wall Street Journal e stando alle quali Ballmer starebbe già tentando di stringere sinergie in Asia per assicurarsi componentistica e forniture. In questo scenario va considerata inoltre la posizione di Nokia, principale produttore di Windows Phone al mondo e distintasi per aver appena lanciato i nuovi dispositivi della serie Lumia. Chi pensa tuttavia che il lancio del nuovo modello Microsoft possa costituire un insidia per l'azienda finlandese si sbaglia, parola del numero uno Stephen Elop: "L'eventuale arrivo di Microsoft nel mercato degli smartphone Windows Phone darebbe un'ulteriore impulso alla piattaforma, nient'altro".

Dichiarazioni di facciata o credibile presa di posizione che sia, non si può nascondere che Ballmer punta forte sulla nuova strategia aziendale e su Windows Phone 8; a testimonianza di ciò Redmond potrebbe decidere di replicare in piccolo il modello Surface, dando anche in questo caso seguito alla rivoluzione "mini" già adottata da altre aziende, Apple in primis.