IL PROGRAMMA - WhatsApp Messenger è una applicazione di messaggistica in tempo reale, che sfruttando il piano dati internet incluso nel profilo tariffario, permette all'utente che l'utilizza di scambiare file e messaggi con chiunque sia in possesso dello stesso programma. Vista l'alta diffusione dei cellulari smartphone, che posseggono tutte le caretteristiche richieste per l'istallazione del programma, WhatsApp ha finito col diventare in poco tempo una delle applicazioni più utilizzate, non senza qualche complicazione.

IL PROBLEMA - Come ben si sa, ogni cosa ha il suo prezzo e, la praticità e le innovazioni della tanto chiacchierata applicazione non sono un eccezione; se da un lato infatti Whatsapp mette a disposizione di chi lo usa numerose funzioni, dall'altro può traformarsi in un'arma a doppio taglio per gli utenti non single. Sono pochissime infatti le persone a conoscenza della possibilità di eliminare le informazioni inerenti all'ora dell'ultima connessione, rendendo così ingrado tutti i contatti presenti in rubrica, di poter monitorare minuto per minuto la propria attività "multimediale". Tale dimenticanza sarebbe alla base, secondo un recente studio spagnolo, di molti problemi di coppia.

"Whatsapp è un canale di comunicazione eccellente per rinforzare le relazioni in una prima fase di innamoramento ma può portare dei problemi se uno dei partner, o dei coniugi, si ostina nel voler rimanere in contatto permenente o se controlla quando esce o entra l'altro".

Queste le parole di Enrique García Huguete, in merito alla funzione di spia svolta involontariamente dalla tanto amata applicazione, che nel giro di poco tempo è entrata a far parte della vita di milioni di persone. Ulteriore funzionalità "bonus" a disposizione per la fetta di utenti gelosi o sospettosi quindi, peccato per l'altra parte, a cui converrà al più presto correre ai ripari.