Il Decreto Sviluppo bis introdurrà un'altra interessante novità tecnologica i biglietti elettronici per le aziende del trasporto pubblico locale. Autobus e altri mezzi adibiti al trasporto pubblico dovranno consentire l'utilizzo della bigliettazione elettronica attraverso strumenti di pagamento i moderni come ad esempio gli attuali smartphone.

Il biglietto potrà essere acquistato utilizzando il dispositivo del cliente e il pagamento verrà effettuato attraverso il credito telefonico e tramite esso si potrà anche avere la verifica dell'avvenuto pagamento.

Gli apparecchi di telefonia mobilie più moderni, come ad esempio l'iPhone, sono già dotati di un chip che consente di scansionare dei dispositivi di controllo, per verificare che il pagamento sia avvenuto regolarmente.

Il biglietto acquistato dal cliente utilizzando il proprio credito telefonico viene poi memorizzato sul cellulare; al momento dell'utilizzo del biglietto ad esempio quando l'utente sale sul mezzo pubblico o passa attraverso i tornelli della metropolitana, il dispositivo dovrà essere avvicinato ad un terminale ricevente come una obliteratrice, un parchimetro, una scansione digitale presente all'aeroporto, un tornello, e grazie al chip integrato nel dispositivo, il ticket viene riconosciuto viene consentito l'accesso . In alcuni Paesi, questo tipo di tecnologia è stata usata ad esempio per sostituire le chiavi di casa.

Un esempio di questo nuovo sistema è stato già messo in atto dall'AMT di Genova, che consente di poter acquistare i ticket direttamente con un sms del cellulare, anche l' Alitalia si è attrezzata per offrire ai suoi clienti questa possibilità infatti ha già introdotto i sistemi per il check in Mobile.