Samsung potrebbe optare per lanciare sul mercato il suo nuovo gioiellino montando ancora il sistema operativo Android ma inserendo importanti funzionalità attraverso la piattaforma open source per dispositivi mobili Tizen che, secondo gli analisti, diventerà il core principale dello smartphone di punta.

Samsung probabilmente abbandonerà Google, ma non ora, non nella fase in cui sta "piazzando" il proprio brand in giro per il mondo per quanto riguarda smartphone e tablet. In alcuni paesi è già riuscita perfino a battere tutti i suoi competitors più accaniti. Inoltre non può permettersi di disorientare a tal punto l'utenza e i clienti fidelizzati, né può permettersi di perdere la ricchezza dell'ecosistema Android.

Potremo però vedere spuntare dal cilindro magico, un nuovo smartphone che monta direttamente Tizen, un esperimento che di sicuro la casa coreana non mancherà di farci gustare.

Gli sviluppatori hanno a disposizione il Tizen SDK, un set di strumenti per lo sviluppo di applicazioni Tizen web e native, attraverso i più noti linguaggi di programmazione. E le Web API di Tizen supportano le ultime novità di HTML5. Tizen non sarà forse il cuore pulsante di Samsung Galaxy S4, ma di certo sarà un pezzo importante del futuro di Samsung. Non resta che aspettare di vedere come reagiranno i clienti del colosso tecnologico all'affiancamento di Tizen al sistema operativo dell'omino verde.