Il vero Iphone ha sistema operativo Android ed è prodotto in Brasile. Questa affermazione rappresenta un enorme contraccolpo per il gigante Apple, azienda di Cupertino che potrebbe vedersi negare l'esclusiva del nome "iPhone", il brevetto e quindi tutti i benefici economici ad essi connessi. La fonte di questa news è l'istituto di brevetti brasiliano, il Brazilian Institute of Intellectual Property. E se così fosse gli scenari della tecnologia più vicina alle persone di tutto il mondo potrebbe cambiare radicalmente.

L'istituto dei brevetti in questione ha dichiarato che il marchio iPhone è stato depositato dalla brasiliana Gradiente Electronica SA nel 2000, ben sette anni prima rispetto a quanto fatto dalla Apple. Se tutto ciò fosse vero il colosso di Cupertino si ritroverebbe in una situazione già attraversata, visto che qualche tempo fa la Apple dovette pagare 60 milioni di dollari ad una ditta cinese per il marchio IPad, registrato nel paese asiatico anni prima rispetto alla ditta che fu di Steve Jobs. La situazione è la stessa e le conseguenze potrebbero essere molto somiglianti.

La IGB Electronica SA ha inglobato oggi la Gradiente e ha lanciato sul mercato il suo nuovo dispositivo. Quel che fa più specie è che si basa su un sistema Android 2.3: le altre caratteristiche sono uno schermo da 3,7 pollici e una fotocamera posteriore non troppo potente. Il prezzo base di questo apparecchio è di circa 220 euro, visto che, comunque, il cellulare in questione appartiene alla fascia media dei dispositivi non essendo così sofisticato come quelli commercializzati dalla Apple.

Tornando al "Caso iPhone" il Brazilian Institute si pronuncerà ufficialmente il 13 febbraio. E' vero che la Apple potrà presentare ricorso ai tribunali del Brasile, ma la sentenza potrebbe essere sconvolgente.