Al World Mobile Congress di Barcellona è stata premiata come migliore al mondo una app italiana, creata da un gruppo di quattro giovani, scartando oltre 1.400 concorrenti.

Si chiama Atooma, è un'applicazione Android, e permette di rendere personali le funzioni del proprio cellulare.

Fino ad oggi il programma è stato scaricato da 70.000 persone e l'app può assolvere a vari compiti, come per esempio mandare autonomamente un sms ogni volta che si arriva in un determinato posto, eliminare la suoneria se si è in riunione e localizzare il cellulare.

La squadra dei quattro ragazzi è ora al lavoro per offrire una versione della app per iOS anche se la sua realizzazione è abbastanza complessa in quanto Apple prevede molte limitazioni.

Atooma realizzata per iPhone sarà quindi più leggera, ma c'è in progetto anche l'interazione con smart tv e oggetti di casa. questi obiettivi saranno, però, realizzabili solo se la startup raccoglierà nuovi fondi per permettere alla sua attività di crescere e di sviluppare nuove idee innovative. Di sicuro la visibilità internazionale che i quattro ragazzi italiani hanno avuto con la vittoria al World Mobile Congress di Barcellona è stata tanta e c'è la speranza che Atooma continui a sviluppare idee interessanti e coinvolgenti.

Tra le venti finaliste figurava anche un'altra italiana, ovvero CircleMe, una piattaforma che gestisce le proprie preferenze. Bisogna scrivere nel sistema cosa ci piace, e il sito ci segnala innanzitutto tutto quello che c'è da sapere sulla nostra passione e poi ci indica le persone che la condividono con noi.