Al World Mobile Congress di Barcellona è stata premiata come la "migliore al mondo", l'applicazione che consente di istruire e "personalizzare" il proprio smartphone, senza dover essere dei programmatori, per fare svolgere in automatico un certo numero e tipo di funzioni.

Si chiama Atooma l'app per smartphone Android con la quale creare mini-app per istruire il cellulare affinché svolga mini-azioni ricorrenti ogni volta che avvengono certe condizioni, in modo da risparmiare tempo e creare nuove funzionalità. L'applicazione è al momento disponibile solo per gli smartphone con il sistema operativo di Google, Android, poiché è un sistema aperto che garantisce un accesso molto ampio ai moduli delle funzioni dei cellulari.

Dietro il successo dell'app ci sono quattro giovani di 27 anni che fondano la startup Atooma ottenendo finanziamenti da venture capital (60 mila euro dall'incubatore Enlabs). La startup vincitrice è stata selezionata tra le venti finaliste del concorso Mobile Premiere Awards. In sei mesi di presenza nel Play Store l'app è stata scaricata da 80 mila persone. Solo il 15 per cento degli utenti è in Italia, mentre il grosso (35%) si trova negli Stati Uniti.

Utilizzando il programma, il cellulare può eseguire azioni quali, ad esempio, invio sms tutte le volte che si giunge in un posto per avvertire e tranquillizzare chi tiene a noi; attivare il vivavoce quando si è in macchina, accendere il Wi-Fi e spegnerlo quando si esce da casa; eliminare la suoneria quando si è a lavoro. E, ancora, pubblicare un tweet o fare un retweet, attivare i comandi vocali, impostare una notifica push o a schermo, oltre alle funzioni che permettono di ottenere la posizione esatta del telefonino utilizzando il sistema GPS (Global Positioning System) o fonti di localizzazione delle reti come ripetitori di telefonia mobile e Wi-Fi.

Oltre a creare le proprie regole, se ne possono scaricare di nuove dal Wall, sia nell'app sia all'interno del sito atooma.com. Atooma è in grado di interfacciarsi con le parti hardware dello smartphone, come accelerometro, GPS, Wi-Fi o Bluetooth, e con app come Facebook, Twitter, Dropbox, Gmail, Instagram e Gdrive. Con la versione gratuita si potranno creare solo tre mini-app, mentre con quella a pagamento tutte le funzionalità saranno sbloccate. Atooma permette di fare qualunque cosa in pochi tap sullo smartphone: «a touch of magic», come recita il claim dell'app. Recentemente, il team ha tenuto una dimostrazione davanti a uno dei top management di una compagnia telefonica internazionale, mostrando come sia in grado di interagire con sensori per la domotica e prodotti come quelli che interagiscono con la web radio emozionale.

Riconoscimenti ottenuti. Migliore App 2013 al Mobile World Congress. Migliore App al TechCrunch Italy 2012. Recensita dal team Google Drive Developers. App di tendenza Play Store Feb e Mar 2013. Come funziona. Impostare le condizioni (IF) e scegliere le azioni corrispondenti (DO) e Atooma le eseguirà in modo automatico. Consultare, ad esempio, tutto l'elenco delle condizioni disponibili (IF) e delle azioni disponibili (DO) sul sito vendita app di Google.