L'uscita in pompa magna del nuovo Samsung Galaxy S4 ha imposto ad Apple un cambio di passo per quanto concerne il mantenimento delle quote di mercato degli smartphone acquisite negli anni scorsi. La presentazione a New York del nuovo gioiello della casa coreana ha messo in evidenza i margini di miglioramento che si possono perseguire in termini di miglioramento del pacchetto software.

Recenti indiscrezioni provenienti dagli ambienti vicini a Cupertino suggeriscono come Apple stia pensando di attuare un'offensiva tecnologica all'altezza inserendo nel nuovo melafonino, l'iPhone 5S, una "feature killer" ovvero una caratteristica o funzionalità rivoluzionaria capace di attirare gli affezionati ed anche nuovi consumatori.

Ne è convinta Katy Huberty, l'analista di Morgan Stanley che recentemente ha dichiarato alla CNBC come Apple stia perfezionando uno tra i due possibili seguenti scenari. La casa della Mela potrebbe, in linea con il recente passato (iPhone 4S), proporre un nuovo melafonino caratterizzato da una revisione hardware ma non da significativi cambiamenti a livello di software oppure, dati i progressi della concorrenza, potrebbe commercializzare un sistema operativo completamente innovativo.

Le recenti critiche dell'amministratore delegato di BlackBerry, Thorsten Heins, sulle caratteristiche obsolete degli iPhone, sembrerebbero indurre a credere in un miglioramento in tal senso. Di certo il nuovo iPhone 5S potrebbe includere un processore quad-core da 1,2 GHz (cuore A7), 2 GB di RAM e una fotocamera con risoluzione più elevata.

Non rimane che attendere settembre (o forse la tarda estate) per saperne di più. Oppure aspettare (puntuali) nuove e più precise indiscrezioni.