Le grandi case produttrici di cellulari si stanno facendo una vera e propria lotta spietata, pur di accaparrarsi le fette di mercato emergenti. Dopo l'idea della Nokia della gamma di telefonini low-cost, ora tocca all'Apple rilanciare, scendendo però nello specifico. Non sarà infatti un intera serie di cellulari a diventare economici, ma ben si lo smartphone per eccellenza, l'ormai famosissimo iPhone.

Due le caratteristiche a cui la casa di produzione ha dovuto ovviare per poter attuare la riduzione dei prezzi:

  • La materia costitutiva del "guscio", che non sarà più in alluminio e vetro, ma ben si in policarbonato
  • La connettività. Il nuovo iPhone infatti non sarà in grado di comunicare sulle linee Lte, la banda ultralarga, ma solo il 3g

Quindi solo alcune piccolissime modifiche, renderebbero più accessibile un piccolo gioiello di tecnologia, che secondo le voci dovrebbe costare intorno ai 300 dollari. L'uscita sul mercato americano è stimata per la fine del 2013, voce resa più reale dallo slittamento al 2014 dell'uscita dell'iPhone 6.