Uno dei difetti principali di molti smartphone di ultima generazione è quello di avere una batteria con poca autonomia, visto che il dispositivo è solito utilizzare molta energia e tende quindi a scaricarsi in breve tempo. I produttori dei vari colossi di tecnologia si impegnano quotidianamente nella ricerca di elementi che possano prolungare la carica della batteria. E pare che questa volta ci siano riusciti.

Alta Devices ha progettato una ricarica attraverso il sole e, in particolare, con una sottilissima cella solare che permette allo smartphone di durare tre volte di più rispetto al normale. La produzione di questa sottile cella è di 1,5 watt e il primo prototipo è stato realizzato su un Galaxy e applicato allo schermo dello stesso dispositivo. L'energia solare può aiutare molto la batteria di uno smartphone e, ad esempio, con una decina di minuti di ricarica solare sarebbe possibile coprire un'ora di telefonate.

Questo prototipo deve essere sviluppato ancor di più poichè potrebbe essere utilizzato come grande risorsa in vista dell'evoluzione di tutti gli smartphone. Gli schermi sono sempre più grandi, le funzioni sempre più numerose e le potenzialità sempre più elevate: in questo modo molte persone sono costrette a ricaricare il proprio cellulare ancor prima della fine della giornata. Con lo sviluppo di queste celle il proprio smartphone potrà avere un'autonomia di circa tre giorni, eguagliando la batteria dei vecchi Nokia o dei vecchi cellulari e dei primi touchscreen.