Galaxy S4, lo smartphone che Samsung lancerà questo mese, è stato sviluppato prestando una grande attenzione al software. In rete si diffondono le anticipazioni: l'ultima in ordine di tempo arriva dal New York Times, che riferisce di aver intervistato un dipendente dell'azienda tecnologica (che preferisce rimanere anonimo). E che racconta di una innovativa caratteristica del dispositivo: la tecnologia "eye scrolling".

In pratica, il nuovo telefonino dovrebbe essere in grado di tracciare il movimento degli occhi dell'utente, in modo da scorrere su e giù in risposta alla sua velocità di lettura. Nel caso della lettura di un articolo, per esempio, lo smartphone potrebbe scorrere il testo verso il basso per rivelare i paragrafi successivi adattandosi al ritmo dell'utilizzatore. La fonte non ha specificato che tipo di tecnologia permetterebbe di fare ciò, nè se la funzionalità sarà dimostrata nella conferenza di presentazione del Galaxy S4, che si terrà a New York il 14 marzo.

L'indiscrezione troverebbe conferma in alcune recenti mosse di Samsung: nel mese di gennaio l'azienda ha depositato richiesta in Europa per il marchio "Scroll Eye" (n. 011510674). Negli Stati Uniti, il marchio "Samsung Eye Scroll" è stato depositato in febbraio, con la seguente descrizione: "applicazione software con una funzione di rilevamento movimenti oculari e scorrimento display dei dispositivi mobili, ovvero telefoni cellulari, smartphone e tablet PC". Samsung ha presentato anche il marchio "Eye Pause", senza tuttavia descrivere cosa farebbe questa funzionalità.

I sistemi per il tracciamento degli occhi sono in sviluppo da tempo. L'attuale smartphone di punta di Samsung, il Galaxy S3, ha già una funzionalità che "ti guarda". La funzione, Stay Smart, usa la sua fotocamera frontale per mantenere lo schermo acceso quando una persona sta guardando, e si oscura invece automaticamente in caso contrario.