Ora che il Samsung Galaxy S4 ha già raggiunto un vero e proprio record di prenotazioni (si parla del quadruplo rispetto all'S3) diventando uno degli smartphone più popolari del mondo scrivendo così la parola fine alla grande rincorsa all'iPhone di Apple, c'è più di un motivo nel pensare a qualcuno - del quartier generale di Seoul - che sia già al lavoro sul nuovo Samsung Galaxy S5 ma non più nell'ottica di raggiungere e/o superare i prodotti di Cupertino ma con l'intenzione di aprire un nuovo capitolo, più innovativo e soprattutto rivolto all'originalità.

La casa coreana, possiede ormai una tecnologia tale che gli consente di realizzare in casa dispositivi sempre più di successo: non mancano di certo team di Ingegneri sparsi in tutto il mondo, la liquidità di denaro non è un problema e i profitti non tardano ad arrivare, tutto il necessario per completare la sua opera iniziata ben cinque anni fa.

L'idea sarebbe quella di distaccarsi completamente dall'ombra dell'iPhone progettando tutte quelle piccole e grandi innovazioni (maggiormente a livello software) che al giorno d'oggi fanno di un cellulare un dispositivo sempre più smart, soprattutto diverso dagli altri di cui ne è dimostrazione ed esempio la nuova tecnologia Smart Scroll, una delle funzioni più attese del nuovo S4 che permette agli utenti di scorrere le pagine Internet (e quelle di altre applicazioni) con la sola imposizione degli occhi.

Secondo infatti il giornalista di Forbes, Haydn Shaughnessy, la prossima frontiera della telefonia Intelligente Made in Corea sarà quella dell'interazione con tutto l'ecosistema digitale delle nostre case attraverso un nuovo sistema operativo open source sviluppato e pensato proprio per far dialogare tutti questi dispositivi fra di loro e dando quella spinta alla tanto chiacchierata domotica.

Questo nuovo sistema operativo open source si chiama Tizen ed è basato Linux e su HTML5 ed altri standard web, è progettato per l'utilizzo su smartphone, tablet, netbook, Smart TV e sistemi a bordo di veicoli.