Totalmente gratuito, Whooming è un servizio in grado di identificare chiunque chiami un numero sia di cellulare che fisso, anche se prova a nascondere la sua identità. La società creatrice (che si chiama come il servizio), è operante negli USA, Italia, Grecia, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Romania e gestisce 700.000 chiamate al giorno, l'80% delle quali proprio nel nostro paese.

Chi voglia usufruire del servizio, non deve fare altro che registrarsi al sito del programma (immettete la parola Whooming su Google) e seguire passo passo la semplice procedura di registrazione. Nella pagina che si apre, ti viene chiesto di inserire un codice di conferma ricevuto via email. Accedi quindi alla tua casella di posta elettronica, apri il messaggio ricevuto da Whooming e digita nel campo Codice di validazione del sito il codice di verifica che ti è stato inviato. Dopodiché clicca sul pulsante Valida e potrai andare avanti con la procedura.

Verrai reindirizzato su una pagina con al centro un conto alla rovescia di 180 secondi. Utilizza il cellulare che hai indicato durante la registrazione a Whooming per fare uno squillo al numero indicato (0694802015) prima che il countdown giunga al termine e fai click prima su Conferma e poi su Chiudi per convalidare il tuo account. Missione compiuta! Da adesso, ogni qual volta riceverai una chiamata da un numero privato o sconosciuto, non dovrai far altro che rifiutare la telefonata e, nel giro di pochi secondi, riceverai una email da parte di Whooming con indicato il numero reale di chi ha provato a contattarti

"L'idea ci è venuta per un problema vissuto da una conoscente, che stava ricevendo chiamate anonime" spiega il rappresentante di Whooming. "Si è rivolta alla polizia, per sentirsi dire che le sarebbe costato un migliaio di euro in avvocati, e che per loro comunque era una questione a bassa priorità". Questa la genesi di Whooming, che tecnicamente conta su una decina di server (più altri quattro per proteggersi da attacchi DDoS) che riconoscono i numeri chiamanti sfruttando normali - e legali - standard GSM o ETSI (European Telecommunications Standards Institute). Per ora il servizio è gratuito e stando a quanto è scritto nel sito principale dovrebbe restare tale, ma è sempre meglio dare un occhiata prima di attivarlo.