Un recente studio condotto dalla società Garbini Consulting è arrivato ad una conclusione davvero allarmante: il 68% delle bollette telefoniche dei cellulari conterrebbe infatti degli errori. Nella maggior parte dei casi (48%) nelle bollette è possibile vedere l'applicazione di un piano tariffario diverso da quelle effettivamente vigente, in molti altri casi (32%) sono presenti in bolletta alcune opzioni che invece il cliente non ha mai richiesto. Una restante fetta (20%) degli errori riguarda invece la mancanza degli sconti previsti. Errori di fatturazione di questa tipologia possono portare il prezzo delle bollette del telefono cellulare a valori davvero molto alti.

Le bollette telefoniche devono quindi essere controllate in modo scrupoloso per riuscire a rendersi conto di questi errori e per contestare quindi la bolletta, in questo modo sarà possibile ottenere un risparmio davvero intenso e pagare solo per i servizi che sono stati richiesti. Ecco alcuni piccoli consigli.

Registrarsi all'area riservata del sito internet della compagnia telefonica - In questo modo il cliente può controllare sempre la propria situazione, può controllare il proprio piano tariffario, il traffico e tutte le opzioni che sono state attivate su quel numero di telefono e può quindi intervenire in qualsiasi momento in caso riscontrasse qualcosa di anomalo.

Nell'area riservata creare un archivio storico dei documenti - In questo modo il cliente ha la possibilità di avere sempre a portata di mano i documenti ufficiali riguardanti il traffico telefonico, cosa questa davvero molto importante visto che le compagnie cancellano questi dati ogni sei mesi.

Controllare sempre le modifiche effettuate - Il cliente che richiede la modifica del proprio piano tariffario oppure l'inserimento di opzioni e servizi deve sempre controllare direttamente online oppure chiamando il numero clienti queste modifiche dopo circa 48 ore.

Attivare le tariffe speciali per l'estero - I clienti che decidono di andare all'estero devono attivare una tariffa speciale che permetta loro di non spendere un'esagerazione per fare una semplice chiamata. Ricordate che la compagnia ha bisogno di 48 ore di tempo per rendere attiva una tariffa, cercate allora di richiederla qualche giorno prima della vostra partenza.

All'estero disattivare sempre il roaming dati - Solo in questo modo avrete la certezza di non dover pagare infatti dei costi aggiuntivi. Il modo migliore per utilizzare internet all'estero è allora quello di sfruttare le reti wi fi gratuite che sono per fortuna disponibili quasi in ogni luogo. E per risparmiare sulle chiamate e sui messaggi sfruttate allora proprio internet, sono molte le applicazioni gratuite che potete scaricare.

Attenzione, i telefoni non sono mai gratis - Ci sono tanti contratti telefonici che prevedono un telefono cellulare di ultima generazione in regalo. In realtà non si tratta di un regalo, il costo del telefono vi viene in qualche modo comunque addebitato e dovete prestare attenzione a tutti i vincoli previsti.

Questi piccoli consigli vi permetteranno di risparmiare e di rendere finalmente corrette tutte le bollette. E ricordare che il reclamo è un vostro diritto, sfruttatelo per avere indietro i soldi che vi spettano.