Oggi, grazie ai modelli più moderni di smartphone in possesso di supporto per la rete 3G, è diventato possibile utilizzare il cellulare anche per condividere la connessione con altri strumenti informatici, come un tablet, pc o Web-tv. Se l'apparecchio telefonico ha una adeguata disponibilità di Gigabytes, possiamo tranquillamente trasformarlo in un router 3G.

Prendiamo ad esempio un Nokia con sistema operativo Symbian, nei modelli Anna o Belle. Grazie ad un semplice software, Joiku Spot Light, questo diventa possibile. Collegandosi sul sito ufficiale del produttore del software in questione è possibile, una volta scelto in modello del telefono, scaricare il software in versione "free". Se invece pretendiamo funzionalità avanzate, è possibile acquistare la versione professionale.

Una volta installato sullo smartphone, il software è già operativo. Quando avremo la necessità di utilizzare lo smartphone come router 3G, basterà aprire il menù Applicazioni del telefonino ed eseguire il software. A questo punto il gioco è fatto, il nostro telefono diventa un router a tutti gli effetti, con tanto di finestra che ci mostra lo stato della connessione e i bytes di traffico generato.

Mentre navighiamo è possibile anche consultare se ci sono altri dipositivi che si sono collegati tramite il router e, solo con l'opzione della versione a pagamento, è possibile creare una rete WiFi protetta. Nel caso della versione free, invece, questo non ci è possibile. Più persone riescono a collegarsi tramite il nostro router, più la navigazione risulterà rallentata, quindi occorrerà controllare molto spesso i dispositivi connessi e volendo disconnetterli.