L'ufficio brevetti degli Stati Uniti ha pubblicato due nuovi brevetti firmati Apple che pensa di utilizzare gli iPhone per localizzare e controllare le auto del futuro.

Il primo brevetto, denominato "Metodo per la localizzazione di un veicolo", descrive un sistema che permette al nostro smartphone di comunicare con l'auto attraverso il Bluetooth, così da ricevere informazioni circa la posizione esatta e guidarci attraverso una mappa. Pensato probabilmente per grandi parcheggi affollati, il sistema può essere utile anche in caso di viaggi in strade sconosciute, eliminando ogni pensiero sul parcheggio. Se infine non trovate le chiavi, il sistema vi aiuterà a ritrovare anche quelle.

Il secondo brevetto è stato chiamato "Accesso a un veicolo con dispositivi portatili". Il sistema dovrebbe consentire di aprire le porte dell'auto con il nostro iPhone, probabilmente in maniera automatica quando ci avviciniamo, il tutto protetto da un adeguato sistema di sicurezza.

Lo stesso sistema sarà utile anche dentro l'automobile. L'utilizzo più interessante dovrebbe essere il riconoscimento del guidatore per la regolazione automatica della posizione di guida, ma il nostro iPhone dovrebbe inoltre consentirci di avviare l'auto, accendere la radio o regolare il tettuccio apribile.

Cnet ha riportato le indicazioni presenti sul brevetto: "In alcune forme di realizzazione, il funzionamento del sistema può includere un'operazione personalizzata, in cui il veicolo regola automaticamente un'impostazione ambientale (ad esempio la posizione del sedile, la posizione dello specchio, i controlli di temperatura, o le impostazioni per un sistema di intrattenimento audio o audiovisivo) basato sulle credenziali di accesso ricevute dal veicolo e/o sul particolare dispositivo portatile da cui il veicolo riceve le credenziali d'accesso".

Chissà se un giorno non utilizzeremo il nostro smartphone anche per guidare la nostra auto o per indicarle il percorso che vogliamo faccia per noi.