Nell'ambito delle utenze, quello della telefonia è sicuramente uno dei mercati più concorrenziali in Italia, però le tariffe non sono ancora super convenienti, perlomeno quelle degli sms che superano di parecchio la media europea.

Il prezzo "all'ingrosso" di un sms in Italia si aggira intorno ai 4,5 centesimi di euro, mentre il costo commerciale medio europeo è di 3,1 centesimi. Si tratta di una differenza non trascurabile perchè va ad incidere sulle tariffe applicate agli utenti finali: in Italia, infatti, i vari piani telefonici prevedono un "costo al pubblico" compreso tra i 10 e i 15 centesimi di euro a messaggino.

Tale situazione non è sfuggita all'Antitrust (Autorità garante per la concorrenza e il mercato) che ha inviato al Garante delle Telecomunicazioni (Agcom) un parere nel quale chiede di continuare a monitorare il livello dei prezzi dei "servizi di terminazione SMS" in Italia e verificare che corrispondano effettivamente a quelli che dovrebbero essere i criteri base del mercato delle reti e dei servizi di comunicazione elettronica: proporzionalità, trasparenza, obiettività, non discriminazione.

A quanto pare, visto l'aumento vertiginoso del traffico sms registrato negli ultimi anni (il numero dei messaggi istantanei inviati tra il 2010 ed il 2011 è aumentato addirittura del 300%), c'è da aspettarsi un inevitabile calo dei prezzi. Ma dell'attesa che gli sms costino meno, meglio darsi da fare per cercare di risparmiare il più possibile.

Come fare allora per evitare di spendere una fortuna in sms?

Innanzitutto è necessario fare un po' di ricerca ed informarsi sulle offerte proposte dai vari operatori in ambito tariffe cellulari.
Bisogna tener presente che il costo "alto" degli sms riguarda quelli pagati a consumo, ad esempio perchè inviati ad operatori diversi dal proprio. Meglio allora optare per un'offerta con canone fisso che preveda messaggi illimitati verso tutti.

C'è poi la più conveniente delle alternative: il c.d. "instant messaging". Eh già, perchè se, da un lato, è vero che in Italia gli sms sono costosi, dall'altro lato è vero anche che le tariffe relative al traffico dati sono piuttosto convenienti. Quindi, perchè non sfruttare l'internet mobile ed inviare messaggi attraverso il famoso WhatsApp, oppure via Facebook o via Skype?