iPhone 5s e iPhone 6 con schermo flessibile? Sarà difficile in verità, almeno per il 5S. Fatto sta che con le ultime innovazioni del famigerato Samsung Galaxy S4, Apple deve tenere il passo. Potrebbe esser proprio questa la carta vincente di domani, ora che sono stati registrati i brevetti dei nuovi schermi flessibili per gli smartphone, come riporta UnwiredView.

Sul web sono già presenti le immagini come quelle pubblicate sul World Intellectual Property Organization, di ben due nuovi brevetti che mostrano un iPhone con lati flessibili e un altro che mostra diverse device interamente flessibili.

Il primo brevetto, chiamato "Dispositivi elettronici con schermi laterali", nasce dall'idea di uno schermo diviso in due, con una parte principale con touch screen frontale, e una parte curva con un'area di controllo. Questa innovazione permetterebbe ad esempio di eliminare i tasti fisici di controllo del volume. Questo sistema permetterebbe inoltre di aggiungere dei controlli per la fotocamera e ricavare più spazio per lo schermo.

Il secondo brevetto denominato "dispositivi flessibili" rappresenta quella che potrebbe essere la pietra miliare di un dispositivo iPhone completamente flessibile: non solo lo schermo, ma anche circuiti e batterie sarebbero in grado di piegarsi alla pressione. Tuttavia su questo fronte Apple non è proprio il primo arrivato: anche Samsung e Nokia battono da tempo questa pista, anche se mancano ancora risultati concreti.

Samsung già a gennaio ha mostrato un progetto molto simile a quello del brevetto "dispositivi elettronici con schermi laterali". Si preannuncia quindi una concorrenza spietata, soprattutto all'alba dell'uscita del Samsung Galaxy S4 che si presenta ricco di innovazioni, potenzialmente in grado di surclassare l'iPhone.

A far pensare che Apple stia puntando tutto su questa nuova caratteristica senza perdersi in complicate tecnologie di riconoscimento, come invece stanno facendo i coreani, un annuncio di lavoro datato 1 Aprile, in cui si apprende che Apple cerca "Display Specialist per condurre un'indagine sulle tecnologie di visualizzazioni emergent come l'LCD ottico, i display AMOLED flessibili per migliorare le performance delle prestazioni ottiche".