Tutti parlano di Apple e Samsung ma pochi si ricordano di Nokia, colosso tecnologico finlandese che ha lanciato i primi cellulari e che ora fatica leggermente nella grande lotta del mercato della tecnologia. La società di telefonia, come Apple e Samsung, ha stilato un plan di produzione per tutto il 2013 e ha intenzione di lanciare sul mercato numerosi prodotti.

Partiamo dal modello di punta, il Nokia Lumia. Questo modello ha già riscosso notevoli consensi e le pubblicità prodotte hanno attratto molti clienti. Il Lumia si prefigura come uno smartphone altamente competitivo e in grado di offrire tutti quei servizi garantiti dai cellulari di marca Apple o Samsung, di gran lunga più scelti dai consumatori.

Nei prossimi mesi Nokia vuole implementare la serie dei Lumia facendo il definitivo salto di qualità. Nella gamma smartphone la Nokia si è già espressa a livelli mediamente elevati ed è per questo che gli uomini mercato finlandesi si stanno adoperando per il lancio di altri prodotti che potranno permettere alla Nokia di aumentare la propria cerchia di clienti.

Il 2013, quindi, dovrebbe essere l'anno che vedrà il lancio del primo tablet di Nokia basato su sisema Windows RT molto simile a quello attuale Microsoft Surface. Il primo tablet verrà realizzato ed equipaggiato con una particolare cover in modo tale da farlo assomigliare ad un libro.

Il dispositivo sarà comprensivo di due porte USB e avrà 10 ore di autonomia totale con possibilità di recupero del 50% della carica in un tempo massimo estremamente ridotto. L'apparecchio da 10.1 pollici potrebbe essere il dispositivo giusto per far fare il tanto desiderato salto di qualità a Nokia, soprattutto se dovessero essere rispettati i parametri "low cost" a livello di prezzo.

Il prezzo basso era già stato una prerogativa della Nokia per quel che riguarda la sequenza dei Lumia. Il prezzo degli smartphone aveva permesso una crescita nelle vendite, visto e considerato il fatto che i dispositivi Apple e Samsung, a parità di servizi offerti, si presentavano davanti al cliente come modelli estremamente costosi. Se la Nokia dovesse mantenere questa linea anche per i tablet, le quote di mercato finlandesi potrebbero crescere in maniera esponenziale.