Cosa non si fa per un like su Facebook… alcuni utenti sempre più smaliziati ne sanno sempre una più del diavolo. I frequentatori del social network più importante del mondo dovrebbero prestare maggiore attenzione ad offerte gratuite di oggetti di marca. Svariate pagine su Facebook promettono improbabili "prodotti gratuiti Apple", in cambio di una condivisione e di un "Mi piace".

Ecco un post tipo riscontrabile in una delle suddette pagine:

"E arrivata ora una promozione. Ci sono in palio 100 iPhone 5. Tutto quello che dovete fare - spiega il messaggio truffaldino, è completare i semplici passi qui sotto per partecipare! Di seguito le fasi da eseguire: Passo 1. Clicca "Mi piace" Passo 2. Condividi questa immagine. Passo 3. Scegliere un colore (bianco/nero) Buona fortuna!

L'italiano in alcuni casi non è perfetto e questo già dovrebbe essere un campanello d'allarme.

Leggete pure queste offerte con spirito critico così potrete capire meglio il meccanismo che sta dietro a questi "regali". Spesso si tratta di offerte a dir poco inverosimili, in cui dovrebbe essere difficile cascare.

Eppure, c'è chi aderisce convinto, e non sono pochi: centinaia e migliaia di persone. Se provate a scrivere "Prodotti Apple Gratuiti" nella barra di ricerca di Facebook, infatti, appariranno decine di pagine che offrono sempre i soliti prodotti tecnologici: tablet, telefonini di ultima generazione in regalo ai più fortunati, ecc.

In passato, il social network ha provveduto a chiuderne qualcuna, ma ciò non impedisce ad altri utenti più smaliziati di continuare con questo "giochino". Infatti diverse pagine sono ancora attive: l'ultima addirittura è datata 14 aprile 2013 con quasi mille iscritti speranzosi di ricevere il nuovo iPhone 5.

Questa non è certo una novità di questi giorni: sono già almeno tre anni che si verificano episodi simili in Italia come negli Usa. Ovviamente non c'è nessun prodotto in regalo. Probabilmente è solo un metodo per acquisire una gran quantità di "mi piace", per poi, in seguito, rivendere la pagina a società interessate ad acquisire pagine Facebook con potenziali clienti già iscritti.

La maggior parte degli iscritti a queste pagine è costituita da ragazzi giovanissimi. Per non stare con le mani in mano e cercare di arginare il fenomeno si possono avvisare i propri contatti Facebook e spiegare loro le proprie perplessità verso questo metodo alquanto discutibile; se poi lo si ritiene opportuno è possibile segnalare la pagina incriminata attraverso l'apposito modulo di Facebook.