Ruzzle, l'app che sta avendo un successo enorme in tutto il mondo con 25 milioni di download, torna a far parlare di se. Sembra, infatti, che l'applicazione che ha sostituito il cosidetto "paroliere", abbia dei problemi di sicurezza. A dirlo è il team di ricerca e sviluppo di Hacktive Security, una società italiana specializzata nella sicurezza informatica.

Il team di ricerca avrebbe trovato una vulnerabilità in Ruzzle - indipendente dalla piattaforma - che "consentiva di rubare l'identità di un qualsiasi utente, permettendo di consultare la lista delle partite giocate, sfidare nuovi contatti, di leggere i messaggi privati scambiati con altri utenti o introdursi nelle chat stesse scrivendo messaggi". Un problema da non trascurare visto che una buona porzione dei giocatori di Ruzzle è minorenne.

Il 20 marzo la Mag Interactive, la società che prodotto l'app più famosa del mondo, ha rilasciato un nuovo aggiornamento che dovrebbe aver risolto il problema anche se i ricercatori non sono affatto convinti che il problema sia risolto. "Non è detto che sia stata 'bonificata' quella parte di codice che ha originato il problema. Siamo al lavoro per capire esattamente i meccanismi implementati" sono state le parole del team di ricerca.

Nonostante questi "piccoli" inconvenienti il successo di Ruzzle sembra inarrestabile. Da pochi giorni sono disponibili nuove versioni per BlackBerry e Windows Phone mentre il primo campionato italiano di Ruzzle ha raggiunto quota 65mila iscritti.