Lo smartphone Samsung Galaxy Mega ha dimensioni oggettivamente troppo grandi per essere agevole; l'ergonomia è compromessa dal display da 6.3 pollici. Tecnicamente il Samsung Mega non possiede un processore dalle grandi performance e l'azienda ha creato questo phablet al fine di garantire agli utenti il massimo confort per quanto riguarda le applicazioni e la navigazione in internet. La casa coreana ha deciso di puntare nuovamente sulle dimensioni del display, convinta che gli utenti preferiscano avere un dispositivo "tutto in uno", il quale permetta di garantire a tutti un uso simile a quello dei tablet.

Il Galaxy Mega possiede perciò un display da 6,3 pollici, il quale ha una risoluzione di 720 p x 1280 p; il Galaxy Note 2, invece, è caratterizzato da un display Super AMOLED da 5,5 pollici e ha una risoluzione equivalente al Mega. Entrambi gli smartphone possiedono una fotocamera frontale da 1.9 megapixel e una posteriore da 8 megapixel. Il Mega posside un processore dual core con 1,5 GB di RAM e un clock da 1.7 Ghz; Il Note 2, invece, ha un processore quad core con 2 GB di RAM e un clock da 1.6 Ghz.

Un'altra differenza si può riscontrare nelle dimensioni e nella batteria: il Mega pesa 199 grammi ed è 167,6 mm x 88 mm x 8 mm, il Note pesa 183 grammi ed è 151,1 mm x 80,5 mm x 9,4 mm. La batteria del primo è da 3200 mAh, quella del secondo è da 3100 mAh.

Il Galaxy Mega ha riscontrato numerose critiche, a causa del display con dimensioni equivalenti quasi a quelle di un tablet: anche se la Samsung ha puntato proprio su questo come un fattore positivo, molti utenti si lamentano del fatto che uno schermo troppo grande diventa troppo difficoltoso da maneggiare e quindi uno smartphone dovrebbe mantenere le dimensioni di altri attualmente in commercio.