Samsung sempre in corsa contro Apple: in un recente comunicato stampa l'azienda ha annunciato ufficialmente l'inizio della produzione di un nuovo chip di memoria flash dalla capacità di 64 GB e dalle dimensioni di soli 10nm. L'ultimo annuncio della casa coreana riguardo un chip di memoria era stato nell'Agosto scorso, quando Samsung aveva presentato una memoria flash basata su un chip grande solo 20 nm. A quasi un anno di distanza, Samsung lancia una nuova generazione di chip riducendone ulteriormente le dimensioni di circa il 20 % e raddoppiandone la capacità.

Secondo quanto affermato in conferenza, il nuovo chip garantisce un incremento del 30% per quanto riguarda le prestazioni, con un notevole risparmio per quanto riguarda le dimensioni. Come la precedente, dunque, anche questa versione del chip si basa su un'interfaccia fornita da JEDEC, azienda di microelettrica che collabora da tempo con Samsung.

L'aspetto forse più interessante dell'annuncio è il fatto che, così come è avvenuto in passato, questi nuovi chip di memoria potrebbero non essere riservati esclusivamente ai dispositivi futuri Samsung. Nel comunicato stampa, infatti, non si specifica se e a quali prodotti verranno applicati, facendo un riferimento molto generico a come questi chip possano adattarsi "ai dispositivi più compatti così come ai device con schermi più grandi".

Un'ottima mossa di Samsung, pronta a lanciare un nuovo componente a meno di un anno di distanza dalla precedente versione dello stesso. I laboratori della casa coreana lavorano sodo, e sono quindi pronti a rilanciarsi nel caotico e ipercompetitivo mercato degli Smartphone e dei Tabet di ultima generazione. Vedremo se i concorrenti di Samsung, in particolare Apple, faranno a gara per accaparrarsi i diritti sul nuovo chip di memoria, per integrarlo poi nei propri dispositivi, o se verranno allo scoperto con delle contromosse di mercato.