In Italia per inviare gli Sms con i cellulari è meglio attivare specifiche opzioni, oppure aderire quando possibile a delle promozioni per risparmiare. Questo perché in Italia i messaggini sono ancora troppo cari rispetto alla media europea. A rilevarlo, in accordo con quanto riportato dal Codacons, è stata l'Agcom nel precisare che in Italia il costo commerciale medio di un Sms è pari a 4,57 centesimi di euro rispetto ad una media europea di 3,15 centesimi di euro.

Secondo il Codacons sono i consumatori a dover subire lo spread dato non dal differenziale sui tassi tanto caro ai mercati, ma dai maggiori costi rispetto ai consumatori europei che si è costretti a subire non solo per gli Sms, ma anche per le utenze di luce e gas, per la benzina, per i mutui e per l'Rc auto. Ma è proprio così difficile risparmiare sui messaggini?

Ebbene, nel rispetto delle condizioni applicate da ciascun operatore, la soluzione più vantaggiosa per risparmiare sui messaggini è quella di cambiare operatore, mantenendo il numero di cellulare con la portabilità, e aderire a delle ben precise promozioni. Ad esempio in questo momento PosteMobile ha prorogato la promo "Zero Pensieri Extra Small" che offre il raddoppio dei minuti e degli Sms verso tutti.

Vodafone invece con uno dei piani tariffari lanciato di recente, "Vodafone Unlimited", propone inclusi nel contributo mensile gli Sms illimitati verso tutti. Per quel che riguarda la Tim è interessante l'opzione "Tutto Compreso Ricaricabile SMS", che con soli 2 euro a settimana permette di inviare 100 messaggini verso tutti. Della Wind invece, per quel che riguarda le opzioni per ricaricabili, segnaliamo "Noi Wind SMS Unlimited" che costa 4 euro al mese, e che permette di inviare Sms ed Mms senza limiti a tutte le altre numerazioni Wind.