Chi di noi non si è posto la fatidica domanda riguardo alla scelta del sistema operativo al momento dell'acquisto di uno smartphone o di un tablet? In questo contesto non si vogliono mettere a confronto le schede tecniche dei prodotti (in rete sono già presenti innumerevoli siti che se ne occupano in maniera soddisfacente), quanto piuttosto dare rilevanza alle opinioni dei fruitori, al fine di trovare, come si suol dire, "la scarpa per il proprio piede". Perché, sia chiaro, non esiste il sistema operativo perfetto cosi come non esiste il dispositivo perfetto. Si tratta di essere in condizioni di scegliere il prodotto che si adatti meglio possibile alle nostre esigenze.

Partiamo da iOs, che approda nel mercato mobile nel 2007. Di sicuro con Apple non si sbaglia, si acquista un prodotto estremamente stabile e durevole nel tempo (in 6 anni i cambiamenti sono stati minimi), veloce anche con hardware non al top, i materiali sono ottimi, è completamente protetto da attacchi malware, mette a disposizione quasi 700.000 applicazioni mobili tra quelle gratuite e quelle a pagamento, ma pecca nella personalizzazione. Per contro iOs non supporta ancora i widget o le schermate multiple e i costi sono decisamente spropositati, quasi raddoppiati rispetto ai concorrenti. Oltre alla qualità si paga, a caro prezzo, il prodotto di nicchia.

Android viene presentato nel mercato mobile da Google, per la prima volta, nel 2008. In un così breve tempo si è conquistato un'enorme fetta di mercato grazie, essenzialmente, al prezzo. Esistono, difatti, dispositivi android per tutte le tasche. Questo, da un certo punto di vista sembrerebbe un'enorme punto a favore ma, d'altro canto, occorre tener presente che un numero eccessivo di dispositivi presenti sul mercato nello stesso momento (con differenze tra loro trascurabili se non nulle) genera nel consumatore una grossa confusione. E ancora un rapido invecchiamento con relativa svalutazione del proprio dispositivo, cosa che potrebbe trasformarsi in un vantaggio per i consumatori che attendono un calo del prezzo per acquistare un determinato modello. Il principale punto a favore di Android rimane, tuttavia, il fatto che è l'unico sistema operativo che permette di modificare tutto a proprio piacimento, in pratica un prodotto che si adatta perfettamente alle proprie esigenze. Più o meno 600.000 sono le applicazioni a disposizione, la maggior parte clonate da Apple. Inoltre su Android è possibile installare, come se fosse una normale applicazione, un sistema operativo Linux a scelta e avviarlo da dentro Android per utilizzare il tablet come un computer

Anche Windows Phone è riuscito a ritagliarsi una fetta di mercato notevole, nonostante la scelta di penalizzare la parte riguardante i tablet, offrendo alcuni modelli persino più costosi di Ipad, che rimangono pertanto invenduti. Offre tuttavia caratteristiche multimediali all'avanguardia, un software costruito intorno all'utilizzatore e un design moderno e originale. Si tratta di un sistema operativo più leggero rispetto ad Android, pertanto in grado di offrire elevate prestazioni con qualsiasi hardware. Numerosi, tuttavia, sono anche in questo caso i limiti di personalizzazione.