Secondo dati presentati da IDC, gli smartphone hanno da pochi giorni per la prima volta superato le vendite dei cellulari tradizionali. Nell'ultimo trimestre, infatti, gli smartphone sono stati venduti per 216 milioni di unità su un totale di 418 milioni.

Il tasso di crescita della vendita degli smartphone, rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, è del 41,6%. Sempre dai dati presenti sul rapporto di IDC vediamo che sono le aziende cinesi e sudcoreane a crescere maggiormente.

Al primo posto c'è, con oltre settanta milioni di pezzi venduti, la sudcoreana Samsung, che ha un ritmo di crescita del 60,7% rispetto al 2012. Al secondo posto la Apple, con trentasette milioni di pezzi venduti, ma con una crescita del solo 6,6%. Al terzo posto un'altra azienda sudcoreana, la LG, con una crescita addirittura del 100,2%.

Analogamente al sorpasso degli smartphone sui telefonini tradizionali e legato a questo trend vi è stato un altro sorpasso, secondo gli analisti della società britannica Informa: quello dell'uso del software di messaggistica istantanea rispetto all'invio di SMS. Questi ultimi sono stati per diversi anni il metodo più rapido, economico e semplice per comunicare utilizzando la telefonia mobile, ma adesso, con la possibilità di usare applicazioni di messaggistica istantanea attraverso gli smartphone, gli SMS vengono così rimpiazzati.

Nello scorso anno i messaggi istantanei attraverso applicazioni come iMessage, WhatsApp, Viber, Nimbuzz, BlackBerry Messenger e KakaoTalk sono stati circa 19 miliardi, mentre gli SMS sono stati 17,6 miliardi. Si spiega facilmente il sorpasso, dato che queste applicazioni sono solitamente del tutto gratuite: in alcuni casi si paga il loro download, oltre, ovviamente, ai costi di connessione.

La differenza dovrebbe anche aumentare, secondo le previsioni, nel corso dei prossimi 2 anni. La messaggistica istantanea, infatti, dovrebbe salire a 50 miliardi e gli SMS a 21 miliardi. Questi numeri, però, ci fanno anche capire che gli SMS sono tutt'altro che finiti, anche perché nei paesi emergenti sono molto diffusi i telefonini classici o i feature phone. Secondo le previsioni, il business degli SMS dovrebbe avere un trend in crescita almeno fino al 2016.