iPhone 5, l'ultimo gioiello di casa Apple è prodotto ad un costo di soli 185 euro. All'uscita dell'ultimo smartphone della casa di Cupertino, file senza fine avevano assalito gli Apple store di tutto il mondo, sebbene il costo del melafonino fosse poco ben poco irrisorio. iPhone 5 è stato venduto dai 729, per un modello base, fino ad arrivare a ben 949 euro. Perché questo prezzo a dir poco costoso?

Verrebbe da pensare che il costo di iPhone 5 dipenda dalle modifiche apportate al modello, ma in realtà, secondo un'analisi seguita da iSuppli il prezzo di fabbrica del nuovo smartphone sarebbe ben lontano da quello con cui è stato proposto sul mercato. iPhone 5 costa solo 185 euro ad Apple.

Da questo si può dedurre che il modello base dell'iPhone 5 da 64 Giga costi ben 711 euro in più sul mercato. Apple per il modello di 16 Giga spende 199 dollari, e per la versione di 32 spende solo 89 dollari in più rispetto alla versione di cui prima si parlava. iPhone 5 quindi è presentato sul mercato con un rincaro eccessivo, sebbene nell'analisi non siano comunque incluse le spese riguardanti i software, le licenze ed i canoni.

iPhone 5, per quanto concerne i componenti, presenta enormi somiglianze con il modello precedente iPhone 4S, ma sono stati improntati enormi cambiamenti per quanto riguarda la progettazione del prodotto che potrebbero giustificare a prima vista il rincaro. Quest'ultime, infatti, concedono agli utenti di avere un processore più veloce, un display più grande, delle interfacce più comode ed una velocità 4G LTE.

Da quanto emerge dalle conclusioni dell'analisi, però, sebbene siano stati apportati questi cambiamenti utili ai clienti, lo smartphone Apple e il suo relativo costo rimangono comunque troppo elevati e lontani dei ben più economici costi di produzione che ammontano a meno di un terzo del prezzo proposto agli utenti.