Ormai ci siamo. Manca solo un mese dalla data in cui Apple dovrebbe far esordire sul mercato (in pre-ordine) il suo nuovo melafonino. L'iPhone 5S dovrebbe mettere un primo importante tassello in merito alla voglia di innovazione radicale, sospirata e voluta da tutti i consumatori dei prodotti della casa di Cupertino che da mesi invocano un netto cambio di passo rispetto al recente passato.

Da un document diffuso dall'operatore giapponese KDDI, la data scelta per la presentazione del nuovo melafonino potrebbe coincidere con il prossimo 20 giugno. In corrispondenza della fiera WWDC 2013, Apple presenterà il nuovo sistema operativo iOS 7 creando i presupposti, secondo i meglio informati, per l'introduzione abbinata del nuovo iPhone.

Il nuovo gadget proposto dalla casa della Mela sarà dotato di almeno due novità di rilievo in grado di accendere la competizione con gli smartphone concorrenti commercializzati da colossi quali Samsung e BlackBerry.

L'iPhone 5 S dovrebbe essere dotato dell'ormai annunciato sensore per il riconoscimento delle impronte digitali. Apple ha confermato l'indiscrezione in merito precisando come tale sensore sarà accoppiato ad un vetro protettivo speciale, per la precisione in zaffiro, al fine di proteggere e garantire l'integrità del rilevatore di impronte digitali. Nel nuovo iPhone, per tale motivo, dovrebbe scomparire il tasto "Home" fisico lasciando spazio proprio al sensore sopra descritto. In tal modo, inoltre, Apple vorrebbe ridurre le disfunzioni intercorse negli anni al tasto Home fisico in seguito al reiterato utilizzo da parte dei clienti.

Il nuovo iPhone 5 S dovrebbe essere esteticamente molto similare alla versione attualmente commercializzata in tutto il mondo. Le innovazioni promesse dovrebbero riguardare la "dotazione interna". Alcune immagini in alta definizione circolanti in rete suggerirebbero una colorazione differente dei vani SIM del nuovo iPhone, fatto che farebbe propendere a credere alla potenziale prossima immissione sul mercato di iPhone in colorazioni alternative rispetto alle tradizionali versioni bianca e nera.

Non resta che attendere la seconda metà del prossimo mese per capire come e in che misura Apple intenda sbalordire i sempre più numerosi proseliti del pianeta smartphone sparsi sul globo.