La grande attesa sta per finire. Nella periodica e attesissima conferenza di giugno Apple rivelerà finalmente quali saranno le strategie nell'immediato presente e nel prossimo futuro presentando il nuovo sistema operativo per dispositivi mobile e molto probabilmente dando precise indicazioni sull'uscita del nuovo iPhone 6.

L'ormai affermata strategia della casa di Cupertino di accrescere l'enfasi in attesa dei nuovi prodotti sta fornendo i suoi frutti. Da mesi ormai il tam tam mediatico sulla rete sta regalando indiscrezioni su indiscrezioni (più o meno verosimili) che hanno trovato unico riscontro fino ad oggi nella certa volontà di Apple di introdurre sul mercato un dispositivo innovativo, moderno e capace di surclassare i prodotti recentemente commercializzati dalla concorrente coreana Samsung.

Il nuovo iPhone 6 dovrebbe uscire entro il 2013, molto probabilmente nel mese di ottobre e si annuncia come sempre dotato di caratteristiche rivoluzionarie capaci di attrarre una larga fetta di consumatori ed utilizzatori di smartphone non solo tra i giovani.

Alcune delle caratteristiche che molto probabilmente saranno presenti nel nuovo iPhone sono:

  • Memoria fino a 128 Gigabyte: l'espansione dovrebbe garantire una capacità maggiore di sfruttare le potenzialità del display Retina.
  • RAM da 2 GB.
  • Chip A7: nelle previsioni della Apple dovrebbe garantire una velocità del dispositivo addirittura doppia rispetto alla versione A6 attuale.
  • Sistema operativo iOS 7: nelle intenzioni dei progettisti dovrebbe essere il cuore pulsante del nuovo melafonino fornendo prestazioni grafiche rilevanti e un'immediatezza di utilizzo sbalorditiva.
  • Lettore di impronte digitali: secondo svariate indiscrezioni il nuovo device dovrebbe essere dotato di tale sensore al fine di aumentare il grado di protezione della privacy dei dati (personali e non).

Ma la vera rivoluzione, per certi versi storica, dovrebbe riguardare il tasto Home. Alcuni brevetti depositati dalla casa della mela suggeriscono la trasformazione da tasto fisico a tasto touch, dando una sterzata netta alla tradizione Apple di conservare almeno un tasto fisico sulla schermata frontale dei suoi dispositivi mobile. Gli unici tasti fisici rimarrebbero quelli laterali.

Alcune indiscrezioni dalla bassa fondatezza suggeriscono addirittura l'adozione di display in materiale più pregiato ad esempio zaffiro, in grado di essere molto più resistenti degli schermi attuali.

Quello che risulta evidente è che nella battaglia degli smartphone Apple vuole giocare un ruolo di primo piano con la consueta, infinita ed accattivante dose di creatività.