Dopo una lunga attesa, l'ora del Samsung Galaxy S4 è scoccata anche nel nostro Paese. Il 23 aprile il device è stato infatti presentato in anteprima a Milano per poi essere lanciato ufficialmente sul mercato sabato 27. Si tratta del dispositivo con cui Samsung intende scalare definitivamente la vetta del mercato degli smartphone, eliminando una volta per tutte le fila della concorrenza, sostanzialmente costituita dalla serie di iPhone della Apple.

Il fiore all'occhiello del colosso coreano non è esteticamente molto dissimile dal precedente S3, ma si differenzia da quest'ultimo per una serie di funzionalità del tutto inedite, come il Dual Shot /Dual Recording, ossia due videocamere, una posteriore e una frontale, che possono essere usate contemporaneamente, l'impostazione Sound & Shot, funzione che associa un suono allo scatto, la funzione Drama Shot, attraverso cui è possibile scattare una raffica di foto in 4 secondi, con la possibilità di creare composit personalizzati, e il Cinema Foto & Eraser che permettono rispettivamente di animare una singola porzione di foto, e di cancellare o modificarne alcune parti, come un programma di fotoritocco portatile.

A dispetto dell'avanguardia estetica e funzionale, a una settimana dal suo lancio sul mercato, il gioiellino della Samsung presenta già qualche problema relativo al display. Si tratta di alcune piccole imperfezioni che riguardano la gestione dei colori durante gli scorrimenti verticali. Il difetto si mostra sostanzialmente come un'anomalia cromatica che appare nelle barre di intestazione delle diverse categorie del menù.

Le cause sono fondamentalmente due e si chiamano "ghosting" e "blur", due effetti che insieme generano una sorta di sfumatura. Applicata in un contesto grafico essa può quasi risultare gradevole, ma nel momento in cui si scorre il menù alla ricerca dell'impostazione desiderata appare come una fastidiosa sbavatura, soprattutto se si tratta di un dispositivo da oltre 600 euro.

Qual è l'origine del problema? Al momento non sembra ci siano risposte plausibili, visto che non si è ancora capito se si tratta di un difetto di software o del pannello Super AMOLED, ma sembra che sia già disponibile un primo aggiornamento, pronto ad uscire sul mercato nelle prossime settimane.