L'SMS classico, quello con cui siamo cresciuti, è sulla via dell'estinzione. Nell'era digitale di piattaforme come WhatsApp, Viber, iMessage e di tutte le altre molteplici app che permettono di comunicare gratis, il messaggio di testo sta diventando sempre più obsoleto oltre che costoso.

Secondo uno studio condotto del Financial Times si evince il sorpasso delle applicazioni di free messaging ai danni dei classici SMS a pagamento. Nel 2012, WhatsApp & company hanno permesso di inviare ai propri utenti circa diciannove miliardi di messaggi gratuiti da internet al giorno, circa 1,5 milioni in più rispetto agli SMS.

Un solco destinato ad allargarsi con lo scorrere del tempo: le stime per l'intero 2013 in corso, certificano l'invio, infatti, di più di 40 miliardi di messaggi gratis quotidiani, ormai il doppio rispetto agli SMS offerti dalle società telefoniche.

I dati, raccolti ed elaborati da Informa per il giornale britannico, mostrano la crescita esponenziale delle applicazioni di messaging: tecnologie che, fino a 5 anni fa, non erano ancora nate e che adesso stanno facendo crollare, uno dei business degli operatori tradizionali.

Si nota chiaramente il cambiamento delle abitudini degli utenti, un risultato che deve preoccupare e far riflettere bene i grandi colossi telefonici: gli SMS sono ancora un'importante fonte di guadagni per i vari operatori (si calcolano in oltre 120 miliardi i ricavi netti) e se non vogliono perdere i clienti dovranno trovare al più presto delle soluzioni. Quest'anno, dunque, sarà l'ultimo in cui i messaggini di solo testo saranno la seconda fonte di guadagno, dopo i servizi voce. Dal 2015 i ricavi degli SMS inizieranno a scendere inesorabilmente.

Se, come tutto lascia prevedere, l'utenza mobile traslocherà le sue conversazioni sulla Rete, l'industria delle telecomunicazioni, dovrà sicuramente adoperarsi per recuperare almeno una parte dei guadagni persi, per rimanere in piedi.

In che modo non ancora non è sicuro, ma sicuramente non basterà solo abbassare i prezzi. Infatti, le piattaforme di messaggistica online oltre ad essere gratuite, si stanno rivelando una scelta più soddisfacente anche sul piano dell'uso giacché permettono, di inserire link, video, immagini e chat singole e di gruppo.