Le auto del futuro, grazie alle tecnologie sempre più sofisticate, saranno sempre più intelligenti. Che Apple miri ad entrare in questo nuovo mercato è cosa abbastanza probabile ma finora non era molto comprensibile in che modo la casa di Cupertino volesse irrompere in questo inedito mercato: maggiori informazioni sono arrivati dalla WWDC 2013, durante la quale Apple ha fatto intravvedere i primi dettagli del sistema operativo "iOS in the Car".

"iOS in the Car" è una versione modificata e riveduta del sistema operativo già adoperato su smartphone e tablet. Apple ha quindi ampliato i suoi orizzonti, focalizzando l'attenzione su quelle che sono le esigenze di bordo di un'auto di nuova generazione. Le prime schermate mostrate in rete presentano al momento un numero ristretto di funzionalità, ma in futuro è plausibile che Apple possa incrementare le proprie API ed il proprio store anche a questo tipo di applicazioni.

Sulla base delle prime indiscrezioni rivelate, iOS in the Car permetterà di:

  • dare all'utente informazioni sul traffico e sulla viabilità in tempo reale
  • gestire le telefonate tramite Siri, software di riconoscimento vocale
  • permettere l'accesso ad iTunes Radio, podcast, app audio diverse e non solo
  • navigare impiegando l'offerta delle mappe Apple
  • messaggiare, facendo leggere e scrivere direttamente a Siri i messaggi

L'ambizioso progetto è quindi concentrato sulla sicurezza, impiegando Siri per sostituire l'utente nelle funzioni in cui l'interazione con i dispositivi è indispensabile: i comandi vocali sono estremamente utili per non distrarre l'utente dalla guida, evitando così possibili incidenti. "iOS in the Car" sarà lanciato sul mercato nella prima metà del 2014. Varie case automobilistiche (Ferrari, Jaguar, Mercedes-Benz, ecc.) avrebbero già espresso il desiderio di portare a bordo il nuovo sistema operativo.