Il fatto che Waze, l'applicazione per smartphone sviluppata dalla start-up israeliana Waze Mobile, fosse nelle mire di Google, come di altri pretendenti, era ormai da tempo noto a tutti. Infatti Waze, app nota per aver lanciato per prima il concetto di navigazione-social, ad oggi vanta un bacino di circa 40 milioni di user attivi in tutto il mondo.

Secondo The Wall Street Journal tra le due aziende i giochi sarebbero ormai conclusi e l'annuncio ufficiale dell'accordo economico non dovrebbe tardare ad arrivare anche se al momento non è stato ancora ufficializzato.

Google è riuscita a scavalcare la concorrenza di Apple, che riteneva troppo onerosa l'acquisizione, e di Facebook, che avrebbe voluto che la sede di Waze si spostasse in California. Quest'ultimo punto sarebbe stata la chiave di volta che avrebbe permesso a BigG di aggiudicarsi la competizione. Infatti la proposta di Google, oltre ad offrire un benefit economico di 1,3 miliardi di dollari, prevedeva la possibilità per la società israeliana di mantenere la propria sede.

Questo matrimonio, con tutta probabilità, sarà vantaggioso per entrambe le realtà: da un lato Google (attraverso le sue mappe) potrebbe integrare nuovi servizi sociali rendendo ancor più completa l'esperienza d'uso dei suoi prodotti. Dall'altro lato Waze Mobile potrebbe disporre di finanze e mezzi ancor più significativi per migliore ed ampliare il proprio navigatore-sociale.