Google Keep è una nuova applicazione per browser e per smartphone Android con la funzione di prendere, salvare e organizzare note, liste e promemoria in forma essenziale e intuitiva. Google Keep per browser mostra una scheda, vuota, in cui inserire un titolo e digitare una nota, e premendo poi sul tasto "fine" il sistema provvede a salvare il proprio appunto. C'è un'opzione per colorare la nota scritta e in ogni appunto può essere inserita un'immagine.

L'applicazione Google Keep per Android (dalla versione 4.0.3) permette di dettare al telefono le note con il sistema di riconoscimento vocale automatico di Google. Le note possono essere trasformate in elenchi di cose da fare, colorate per distinguerle tra loro e Google Keep può anche essere utilizzato nei widget della schermata principale degli smartphone.

Nella parte superiore dello schermo si ha un menu a icone che consente di creare una nota di testo, lista di controllo, note audio, o di scattare una foto. La caratteristica handy-dandy trascrive note audio in testo, con la possibilità che la registrazione originale venga incorporata nel corpo della nota. È inoltre possibile aggiungere una nota di testo rapido toccando l'area "Aggiungi rapido nota" sopra le icone del menù.

Google Keep salva i propri dati attraverso Google Drive direttamente online per averli sempre a disposizione su dispositivi diversi connessi a Internet, per un'istantanea sincronizzazione. Google Keep si adatta anche agli schermi più piccoli ed è facilmente accessibile attraverso il browser del proprio smartphone. E' un servizio che consente di memorizzare appunti veloci, liste di controllo, collegamenti Web e foto per ricordare o tenerne traccia. Per chi ha usato l'app di Google avverte la mancanza dell'integrazione con Google Calendar e mancano i promemoria che potrebbero fare la differenza in un'applicazione per le note. Le note, inoltre, non possono essere protette con password ed esportate in formato PDF.

Con Google Keep, in sintesi, si può prendere appunti tramite note, elenchi e foto; trascrivere automaticamente le note vocali; assegnare colori diversi alle note per trovarle più facilmente; far scorrere le note per archiviarle quando non servono più; trasformare le note in elenchi aggiungendo delle caselle di controllo e utilizzare le note ovunque. Le note sono salvate nella cloud e disponibili all'indirizzo http://drive.google.com/keep.

La concorrenza si chiama Evernote, app in italiano, gratuita, multipiattaforma, molto intuitiva e consente di salvare, sincronizzare, trasformare e utilizzare in modi diversi e creativi i propri promemoria e le proprie note. Evernote permette di organizzare le note in diversi taccuini e aiuta l'utente a ricordarsi tutto in tutti i dispositivi utilizzati. Evernote sincronizza tutte le note nei computer e nei dispositivi utilizzati; crea note di testo, liste di cose da fare ed elenchi di attività; salva, sincronizza e condivide file. Evernote registra note vocali e audio; cerca testo all'interno delle immagini; organizza note mediante taccuini e tag; invia le note per e-mail e salva i tweet nell'account Evernote.