Sono anni che va avanti l'eterna diatriba Apple vs Samsung sia tra gli utenti sia con i vari messaggi lanciati dalle due compagnie. Ma ora c'è una società che si sta facendo notare non solo per l'ottima qualità dei prodotti che sta lanciando sul mercato, ma anche per una intervista rilasciata al Telegraph; stiamo parlando della Huawei, società da sempre nota per gli apparecchi elettronici e che si è buttata a capofitto nel mondo degli smartphone incassando non pochi consensi.

Quali sono i punti dell'intervista rilasciata da Richard Yu, amministratore delegato Huawei? Secondo Yu le due dirette concorrenti stanno perdendo colpi. Puntando il dito sul top di casa Samsung, l'S4 rilasciato da poco, Yu lo definisce "troppo spesso" e sopratutto parla di terminali "fatti di plastica". Oltre a questo l'ha definito un terminale "così e così".

Ma ce ne sono anche per la Apple, che secondo Yu sta "scivolando", lasciando in sostanza che il margine di vantaggio che aveva sui diretti concorrenti si vada piano piano assottigliando.

Yu è passato poi a parlare del sistema operativo Android, usato nei terminali Huawei che a suo dire è "complicato per l'utente medio". E' infatti famosa ormai l'interfaccia Emotion UI con cui la Huawei migliora i suoi terminali Android rendendoli più facili da usare e più mirati all'uso dell'utente, interfaccia su cui evidentemente si punta molto.

Parlando del mercato, in particolare di quello cinese, Yu ha detto che "i terminali con schermo largo hanno successo in Asia e che al contrario dell'iPad Mini possono essere facilmente riposti". Altro attacco quindi contro Apple ed il suo iPad Mini, che a dire la verità non è uno smartphone.

La battaglia si preannuncia interessante, sopratutto perchè al di la delle parole la Huawei ha dimostrato di sapere fare veramente molto bene i suoi smartphone proponendoli a prezzi molto competitivi. Apple e Samsung sono avvisate.